Notizie

RMG – L’appello missionario 2020 del Rettor Maggiore

Continua

Italia – “Don Bosco è voluto venire qui!” Inaugurato il murale di Don Bosco

Continua

Spagna – “Malaga è terra buona per impiantare il nostro stile, Don Bosco vuole questo luogo”: 125 anni di presenza salesiana

Continua

Spagna – Le organizzazioni salesiane presentano le loro iniziative per prendersi cura del pianeta


28 novembre 2019 23:00 | Por admin
Spagna – Le organizzazioni salesiane presentano le loro iniziative per prendersi cura del pianeta

(ANS – Madrid) – Ieri, 28 novembre, le organizzazioni dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice in Spagna hanno presentato, nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Madrid, il loro impegno per la cura del pianeta. In vista della “COP25” (la 25a conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici), e della 15a Conferenza della Gioventù, entrambe previste a Madrid in questi giorni, gli organismi salesiani in Spagna hanno mostrato il loro lavoro con i giovani per affrontare il cambiamento climatico, attraverso la campagna “Ponte en verde por el futuro de los jóvenes” (Mettiti in verde per il Futuro dei Giovani).

Nell’occasione è stata anche presentata la “Don Bosco Green Alliance” (DBGA), la rete internazionale salesiana che incoraggiano i giovani a contribuire con gesti concreti e riflessioni e alle politiche ambientali globali.

“Ai suoi tempi, Don Bosco era determinato a rispondere alle esigenze dei giovani del suo tempo. Oggi vogliamo rispondere alle urgenze e ai bisogni dei giovani del XXI secolo, per cui è necessario impegnarsi nella cura della casa comune”, ha detto don Koldo Gutiérrez, Direttore del Centro Nazionale Salesiano di Pastorale Giovanile, all’inizio del suo intervento in conferenza stampa.

Al tavolo con lui sono intervenuti anche Almudena Rodríguez, giovane partecipante alla 15a Conferenza della Gioventù (COY15), in corso da oggi a domenica 1° dicembre, e Salvi Macías, giovane partecipante alla COP25, in programma dal 2 al 13 dicembre.

I tre relatori, nei loro interventi hanno segnalato:

Koldo Gutiérrez:
Questa campagna consisterà in una serie di azioni nelle nostre scuole, nei centri giovanili e piattaforme sociali. Vogliamo che i bambini e i giovani delle nostre case organizzino marce per il clima. Avremo anche diverse azioni sulle reti sociali che potranno essere monitorate con l’hashtag #PorElFuturoDeLaJuventud.

Oggi è molto importante sottolineare parole come curare, proteggere, custodire, preservare, salvaguardare. Abbiamo un impegno verso il Creato. Per impegnarci nella cura della casa comune, il dialogo è molto importante e siamo convinti che l’ecologia sia una sfida culturale, pedagogica e spirituale. La nostra proposta si fonda su questi aspetti.

Almudena Rodríguez:
Vogliamo essere uno dei principali attori nella ricerca di soluzioni ai problemi e alle ingiustizie causate dalla crisi climatica. Non dobbiamo perdere di vista il fatto che l’impatto di questa crisi è subìto soprattutto dalle persone più povere. E non dimentichiamo che oltre 1.550 attivisti sono stati uccisi in 50 Paesi diversi negli ultimi 15 anni per aver svolto attività di protezione e cura delle risorse naturali dei loro ambienti di vita, in particolare dei territori ad alto valore naturale e biologico appartenenti alle comunità indigene.

Salvi Macías:
La gioventù salesiana, che è parte della DBGA, è concretamente impegnata lungo tre linee-guida:

– Combattere l’inquinamento dell’aria, dell’acqua e della terra:

– Ridurre il riscaldamento globale adottando consumi più responsabili ed efficienti.

– Eliminare la plastica monouso.

Non possiamo più ritardare l’azione per il clima. È ora di agire.