Notizie

RMG – “Un padre, una famiglia”: il libro commemorativo della solidarietà della Famiglia Salesiana

Continua

RMG – Al via le Giornate di Spiritualità della Famiglia Salesiana 2021

Continua

Laos – Certificati e medaglie d’onore per gli esponenti della Famiglia Salesiana

Continua

Sierra Leone – La Chiesa si espande per soddisfare le esigenze dei fedeli


12 Gennaio 2021 23:00 | Por admin
Sierra Leone – La Chiesa si espande per soddisfare le esigenze dei fedeli

(ANS – Freetown) – I salesiani che animano la parrocchia “Sant’Agostino” della comunità di Dwarzak, presso Freetown, Sierra Leone, hanno completato la prima fase del progetto di ampliamento e sviluppo della loro chiesa, resosi necessario per andare incontro al crescente numero di fedeli che si rivolgono ai Figli spirituali di Don Bosco. I lavori sono stati sostenuti dai finanziamenti offerti dai benefattori di “Salesian Missions”, la Procura Missionaria salesiana con sede a New Rochelle, Stati Uniti.

La parrocchia dedicata a Sant’Agostino presso la comunità di Dworzark è una delle più povere dell’Arcidiocesi di Freetown, e gli stessi parrocchiani stanno facendo molti sforzi per portare a termine l’edificio. La chiesa ha ancora bisogno di finanziamenti per completare l’ultima fase del progetto, che comprende finestre, porte, pavimenti, pittura, lavori idraulici ed elettrici.

La chiesa affidata ai salesiani serve oltre 700 membri della comunità cattolica di Dwarzak e, con la chiesa più grande, questo numero è destinato a crescere. Inoltre, più di 150 giovani, ogni giorno, dal lunedì al sabato, si recano nel complesso parrocchiale per partecipare alle attività del Centro Giovanile “Don Bosco”; e senza dimenticare che il complesso parrocchiale comprende anche due scuole – una materna e una elementare.

“Ringraziamo i nostri benefattori per i finanziamenti che hanno fornito fino ad oggi a favore della costruzione di questa chiesa – ha commentato don Gus Baek, Direttore di “Salesian Missions” –. Dopo la costruzione dell’edificio, i salesiani della Sierra Leone hanno ora bisogno di finanziamenti per completare le parti interne della chiesa e renderla operativa per la comunità. I nostri donatori sono generosi e speriamo di poter presto mettere a disposizione i fondi per portare a termine questo progetto”.

I missionari salesiani sono attivi in Sierra Leone dal 2001, quando hanno iniziato a lavorare per la riabilitazione degli ex bambini soldato attraverso l’organizzazione “Don Bosco Fambul”. Don Bosco Fambul, che ha sede nella capitale Freetown, è diventata una delle principali organizzazioni impegnate nell’assistenza all’infanzia del Paese, ed offre alimentazione, vestiti, servizi di intervento in caso di crisi, alloggi e, soprattutto, educazione, riabilitazione e accompagnamento di lungo termine ai bambini e ai giovani più bisognosi.

La presenza salesiana è quanto mai rilevante, in un contesto segnato da povertà cronica, fame diffusa e un tasso di analfabetismo ancora molto elevato.

Fonte: MissionNewswire