Notizie

Panama – Panama2019: al “Valdocco d’America” si sta preparando un grande incontro del MGS

Continua

Vaticano – È venerabile Madre Anna Kaworek, Cofondatrice e prima Superiora Generale della Congregazione delle Suore di San Michele Arcangelo

Continua

RMG – Rete IUS: la sfida del Sinodo sui Giovani e del CG28

Continua

Libano – Addio a mons. Armando Bortolaso, SDB


09 gennaio 2019 23:00 | Por admin
Libano – Addio a mons. Armando Bortolaso, SDB

(ANS – Al Fidar) – “Un uomo così puro, dolce, pregnante come monsignor Armando è qualcosa di introvabile”. Con queste parole, un amico di mons. Armando Bortolaso, vescovo salesiano emerito dei Latini in Siria, ha presentato le condoglianze nell’apprendere la notizia della sua morte. Mons. Bortolaso ha concluso l’8 gennaio, a 92 anni, il suo cammino terreno.

Un cammino che era iniziato a Castagnero, provincia di Vicenza, nel 1926, e che aveva abbracciato sin dagli anni della formazione salesiana le terre del Medio Oriente. Dopo 70 anni spesi in quella regione, il suo pellegrinaggio è terminato in Libano, in seno alla comunità salesiana, dove scelse di stabilirsi al termine del suo decennale servizio episcopale (dal 1992 al 2002) come vicario apostolico di Aleppo.

Giunto in Medio Oriente nel 1949 come chierico, iniziò il suo servizio a Istanbul, in Turchia. Ordinato sacerdote a Gerusalemme nel 1953, esercitò la sua missione salesiana in varie case della Terra Santa, ma soprattutto ad Aleppo, dove fu ripetutamente direttore e dove lo sopraggiunse la nomina a vescovo.

Fu pure fortemente legato al movimento dei Focolarini, anzi, come vescovo, svolse un ruolo di animazione tra i vescovi amici del movimento, sia a livello locale, sia regionale, internazionale ed anche ecumenico (con vescovi ortodossi e protestanti), nella piena salvaguardia della sua identità salesiana, che teneva ad affermare, facendosi stimare e benvolere da tutti per la sua umiltà, mitezza, bontà, semplicità, delicatezza e profonda spiritualità.

Come vescovo in Siria, conquistò pure l’amicizia di leader religiosi musulmani, con i quali si mantenne in rapporto. Il compianto per la sua scomparsa è generale.